Solo il 48% delle aziende italiane è conforme al GDPR

Il Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati, GDPR, è entrato in vigore da poco più di 10 giorni ma sono molte le aziende italiane che non si sono ancora adeguate ai nuovi requisiti ed obblighi. Come riporta La Repubblica, solo il 48% delle aziende italiane si dichiara “ampiamente o completamente conforme”.

Cosa rischia il 52% delle aziende non conformi?

Il nuovo Regolamento è molto severo in materia di violazione dei dati personali. Infatti, in caso di accertata violazione, le sanzioni possono ammontare fino al 4% del fatturato totale annuo aziendale o 20 milioni di euro, in base a quale valore sia maggiore.

Non conviene rischiare

Oltre al danno economico, anche la reputazione dell’azienda ne esce sconfitta, innescando un circolo vizioso che non può che portare ad ulteriori danni economici, in termini di calo di fatturato e della clientela.

Cosa fare

Se la tua azienda non ha ancora iniziato il processo che porterà alla conformità, è bene che inizi subito. IT Governance ha realizzato un Percorso di apprendimento UE-RGPD che guida tutti i professionisti interessati tra i meandri della nuova normativa, partendo da una panoramica generale e scendendo poi nel dettaglio delle implicazioni e dei requisiti legali.

Offerta estiva!

Acquistando ora il corso di base o il corso professionale (od entrambi) certificato sul regolamento generale sulla protezione dei dati (UE-RGPD) risparmi fino al 20%!

Prenota subito online
o chiama il numero 00 800 48 484 484

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.